Tour fotografico a Milano, le periferie

di Ernesto Pasquali

La serie di itinerari fotografici dedicata alla città di Milano ci porta oggi alla scoperta delle periferie del capoluogo lombardo e di alcuni complessi architettonici contemporanei,  mete interessanti e ricche di spunti per gli appassionati della fotografia di architettura. Buona lettura!

Dopo Parigi è la volta di Milano, non poteva infatti mancare un capitolo sul capoluogo lombardo e sui luoghi che meritano una visita. Meta di safari fotografici lo scorso anno grazie soprattutto ad Expo, Milano è da sempre la capitale della moda e del design e ospita tesori architettonici di ogni epoca, dalle vestigia romane fino alle opere dei maestri dell’architettura contemporanea.

La nostra visita virtuale si occuperà di luoghi meno noti, posti in periferia, attorno al centro cittadino, ma non per questo privi di opere realizzate da alcune grandi firme dell’architettura contemporanea. Luoghi che per la loro collocazione e per la loro destinazione d’uso, passata o presente, sono comunque ricchi di molteplici soggetti interessanti per i nostri scatti e includono futuristici palazzi per uffici, moderne sedi di università, quartieri residenziali completamente rinnovati.

000-mappa

Con riferimento alla mappa partiremo da Nord e ci muoveremo in senso orario.

Bicocca – Metropolitana 5 o Tram numero 7

Si sviluppa sull’area recuperata a seguito della dismissione degli stabilimenti milanesi del gruppo Pirelli. Vi sorgono numerosi palazzi per uffici fra i quali la sede della Deutsche Bank progettata da Gino Valle, le sedi distaccate della Università Statale di Milano, progetto di Vico Magistretti, e il Teatro Arcimboldi, progetto Gregotti Associati, nato per ospitare gli spettacoli della Scala nel periodo nel quale questa era soggetta a radicali opere di restauro. Nelle vicinanze sopravvivono interessanti rovine industriali collegate allo scalo ferroviario di Greco.

 

Lambrate – Metropolitana 1, fermata Porta Venezia, poi tram 33 sino al capolinea.

Attorno all’area dismessa degli ex stabilimenti Innocenti si è sviluppato un quartiere nel quale convivono le vecchie costruzioni tipiche della periferia milanese, nuovi insediamenti residenziali e modernissimi palazzi tutto vetro e metallo, creando un vivace tessuto urbano, ricco di diverse attività che vanno dalle antiche osterie sotto le pergole di glicine ai saloni per l’esposizione di opere d’arte contemporanea, dai magazzini di materiali edili agli uffici per il terziario avanzato. Ognuna di queste attività offre soggetti interessanti per i nostri scatti.

Rogoredo – Metropolitana 3  Stazione Rogoredo

Si tratta di un’area in gran parte ancora degradata, che si sviluppa lungo uno scalo ferroviario dismesso, ora oggetto di uno studio del Comune di Milano, insieme ad altri scali, mirante al loro recupero per restituirli alla fruizione dei cittadini. Si possono quindi scovare soggetti propriamente collegati alla precedente attività ferroviaria così come ruderi industriali di vario tipo. Molto interessante un elegante ponte di ferro che collega la zona al resto della città.

Famagosta – Metropolitana 2

Attorno allo svincolo che collega alla città l’Autostrada dei Fiori Milano-Genova sono sorti alcuni pregievoli edifici che si caratterizzano per scelte architettoniche molto particolari, fra i quali un’interessante residenza dalle facciate rivestite con un ardito intonaco colore rosso fuoco e l’elegante prisma vetrato denominato, per la sua forma “grattacielo orizzontale” progettato da Mario Cucinella e destinato a palazzo uffici. Molto interessante il restailing della faccia di un vecchio edificio, animata dalla giustapposizione di prismi il lamiera metallica e lastre di vetro.

Lorenteggio – Tram 14 

Lo sviluppo di quest’area semi agricola è iniziato sin dagli anni ’80, quando la Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde vi fece costruire il primo palazzo moderno, per trasferirvi la sede dei suoi servizi informatici. Da allora il quartiere ha subito una profonda trasformazione e sono sorti molti edifici caratterizzati da interessanti facciate in vetro e alluminio, il più imponente dei quali ospita gli uffici della sede centrale di Vodafone.

Portello – Metropolitana  5 

Si tratta di un altro recupero di un’area industriale dismessa, questa volta in passato sede dello stabilimento Alfa Romeo. Il complesso consta di un grande centro commerciale e di una vasta piazza circondata da palazzi per uffici, fra i quali la sede del Milan Club, collegati fra loro da una passerella pedonale in acciaio che costituisce un’ambita preda per i nostri obiettivi. Tutto attorno un nuovo quartiere di residenze di pregio e in lontananza sullo sfondo la torre detta “Il dritto” di City Life. Ma a questo dedicheremo un capitolo a parte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...