Photostory – Aneta Kwiatkowska

Photostory prende spunto dai contest fotografici settimanali del gruppo Facebook Fotografia a Tema. La rubrica è curata da Edmondo Di Loreto che sceglie una fotografia di un autore contemporaneo o del passato, cercando di collegarsi al tema proposto in settimana e raccontarla con la spiccata sagacia che lo contraddistingue. Per il tema Notturno Urbano, ecco  l’immagine di Aneta Kwiatkowska

14797278_1273568342694141_1908902626_nEdmondo Di Loreto: è nato a Roma nel 1956 e vive tra Puglia e Abruzzo. Fotografa, con passione ondivaga, dall’età di 7 anni. Ha viaggiato in tutto il mondo ed ha realizzato numerosi reportage. Nel 1994 ha vinto il concorso nazionale di foto-reportage Petrus World Report.  Nel 2004 ha ricevuto il gran premio della giuria al concorso del Touring Club Italiano sulle case rurali “Alta Definizione della campagna Italiana”. Nel 2006 è stato uno dei 5 autori selezionati per il Premio Chatwin: Camminando per il mondo con due video, un racconto ed un portfolio fotografico sui popoli del fiume Omo in Etiopia, esposto a Genova presso il Museo del Castello d’Albertis. E’depositario e curatore dell’archivio storico fotografico familiare che comprende oltre 10.000 immagini in lastra e negativi ed ha donato parte di tale materiale al Museo del Territorio di Foggia che lo espone in pianta stabile. E’ socio del FotocineClub Foggia BFI EFI  del quale è stato anche vicepresidente e con cui ha allestito varie mostre personali e numerose collettive. Con Elio Carrozza e Giovanni Torre ha promosso il progetto Anime Salve legato alla questione delle migrazioni che, con una mostra e due volumi fotografici, sta girando l’Italia. Ogni volta che può, promuove la fotografia in ogni sua forma e significato.  

 

di Edmondo Di Loreto

 

Photostory della settimana – Aneta Kwiatkowska

 

aneta
@ Aneta Kwiatkowska

Photostory ha una nuova veste grafica (…e grazie mille a chi sa). Come sanno gli amici affezionati di “Fotografia a Tema” ogni settimana provo a proporre una fotografia ed un autore che, in qualche modo, hanno fatto la storia della fotografia (antica e moderna)…cercando di collegarmi al tema proposto nel contest della settimana precedente. Però, però, però: per questo esordio col vestito nuovo, provo un po’ a sparigliare le carte…ed invece di proporre grandi e conosciuti maestri della fotografia, con scatti certamente celebri, vi faccio conoscere la mia amica Aneta Kwiatkowska.

Il tema della settimana “Notturno urbano” mi ha portato dritto dritto ad Aneta ed alle sue fotografie. Per me è solo Aneta, anche perché con un cognome simile…può essere soltanto Aneta (prima di fotografare faceva…l’ultima riga del cartellone dell’oculista!!). Aneta è polacca, trapiantata a Foggia, dove vive per buona parte dell’anno e ha una caratteristica fotografica tutta particolare, una sua ben definita “cifra stilistica”: appena fa buio esce per fotografare, meglio se piove e fa freddo.

La notte e la città sono il suo campo prediletto. La notte, la città e il bianconero. Con la fotografia Aneta è sempre stata in contatto grazie alla frequentazione di un amico fotografo per il quale è anche stata modella. Non aveva mai pensato però di essere lei l’occhio dietro la macchina, fino a sei anni fa quando ha cominciato, rimanendo poi travolta dalla passione di testimoniare ciò che succede, senza alcun tipo di controllo, sotto il suo sguardo ricettivo in grado di osservare il mondo.

All’inizio scattava soprattutto in casa poi ha cominciato ad uscire e la strada è diventato il suo “schermo” preferito, la notte e il buio il suo momento topico. Spesso nei suoi scatti non sono visibili i volti per cui ogni spettatore può facilmente immedesimarsi nel soggetto ritratto. Ognuno, come dice Aneta, “deve vedere quello che vuole, rimanere colpito“, come capita a lei: qualcosa attira la sua attenzione, richiama la sua lente, e lei lo “blocca”. Non sono, quindi, fotografie “costruite”, situazioni create appositamente per esprimere un concetto o dare un messaggio specifico all’osservatore, ma istantanee di flussi umani, storie, pensieri. Sono vite che si muovono, camminano, riflettono, ricordano, immerse e quasi galleggianti nel buio della notte in città. Quel “notturno urbano” che ha ispirato anche la fotografia che vi propongo.

C’è un ultimo particolare che devo rivelarvi di Aneta…e non è irrilevante. Lei si muove e fotografa seduta su una sedia a rotelle. Non può alzarsi, camminare, chinarsi…ha soltanto un punto di ripresa..uno e uno solo. Fate un po’ voi…E’ brava Aneta Kwiatkowska (dal cognome impronunciabile)…e sono molto contento di conoscerla personalmente. Ora la conoscete anche voi.

Per PHOTOSTORY di questa settimana: “Notturno urbano” della mia amica Aneta…..Aneta e basta. Alla prossima.

Fotografia a Tema è un gruppo facebook che propone contest fotografici a tema con cadenza settimanale. Al suo interno si respira un clima amichevole e conviviale e si raccolgono immagini bellissime di ogni genere fotografico. Il gruppo è aperto a tutti i fotoamatori, iscrivetevi utilizzando il link sottostante e partecipate numerosi.

Fotografia a Tema

Credits: Immagine di testata di Lara Zanarini©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...