Ste Po e Luxi Zamp, fotografi di strada

di A. Bettoni e L. Coluccia

Conoscete già uno dei due protagonisti della storia che vi raccontiamo oggi, si tratta del nostro caro Ste Po. Andremo alla scoperta di un genere fotografico particolare, attraverso il racconto di una storia personale, quella di due amici fraterni e goliardici compagni di viaggio, Ste Po appunto e Luxi Zamp. Buona Lettura!

Attraverso l’attenta analisi del contesto urbano della città in cui vivono – ma il loro percorso fotografico artistico potrebbe essere esportato a qualsiasi altra città – i nostri due protagonisti hanno mosso i loro primi passi nel genere fotografico della Street Photography, dando vita poi nel tempo, attraverso una lenta ma inarrestabile maturazione artistica, ad un’evoluzione di questo tipo di fotografia, determinando i criteri di quello che possiamo a pieno titolo definire un nuovo genere fotografico, la Urban Street Photography.

La street photography è il genere fotografico che si occupa di rappresentare la quotidianità nelle sue molteplici sfumature sfruttando il contesto in cui essa si manifesta, documentando scene di vita quotidiana riconducibili ai suoi protagonisti, che la animano, con i loro drammi piuttosto che le loro ordinarie attività. Chiunque abbia la sensibilità e l’occhio capace di cogliere certe dinamiche e contestualizzare queste molteplici sfumature in un messaggio fotografico, è un buon fotografo di strada.

luxi-1
Street Photography – Foto di Luxi Zamp

La street photography tuttavia non necessita della presenza di una strada o di un’ambientazione urbana. Il termine “strada” infatti, si riferisce per lo più ad un luogo generico in cui sia possibile cristallizzare i momenti dell’attività umana,  catturandone i tratti salienti e le interazioni sociali che la animano. Oggi la fotografia di strada ha assunto anche un’altra accezione, quella della documentazione di un contrasto, sia esso di natura culturale, antropologica e sociale. Fondamentale infine è il tempismo che bisogna necessariamente avere nella fase di realizzazione, riuscendo quasi a prevedere quello che succederà, basandosi un po’ sull’esperienza e un po’ sulla conoscenza di certe dinamiche, cogliendo un momento decisivo con tutto il pathos che esso ci restituisce attraverso il mirino della nostra macchina fotografica.

luxi-16
Street Photography – Foto di Luxi Zamp

Ste Po e Luxi Zamp, al secolo Stefano Polenta e Luciano Zamporlini, sono amici da moltissimi anni, insieme alimentano la loro passione per la fotografia contagiandosi a vicenda e contagiando chi li conosce, sempre alla ricerca di qualcosa che possa fungere da fonte d’ispirazione, della possibilità di raccontarsi attraverso il luogo in cui vivono, ritraendolo attraverso l’arte fotografica in cui sono maestri, nelle scene di tutti i giorni, dalle più comuni a quelle meno consuete. Profondi conoscitori del territorio, sono sempre “on the road”, alla ricerca di uno scatto da realizzare. Hanno nel tempo sviluppato un grande affiatamento ed una cifra stilistica chiara e riconoscibile che si avvale di inquadrature suggestive e di elaborazioni sempre avvincenti.

ste-po-7
ArchiMinimal Urban Street – Foto di Set Po

La fotografia che i nostri amici realizzano è la sintesi di tutti questi elementi, una intrigante miscela di ingredienti raccolti nel neologismo “ArchiMinimal Urban Street”, nel quale si  identifica questa nuova forma di fotografia di strada, più dinamica e viva, in cui la relazione/interazione fra il contesto urbano-architettonico e l’uomo ne è l’aspetto cruciale. Oggi, entrambi i nostri amici sono docenti presso la scuola di fotografia più nota di Ancona, “Gli amici di Carlo”, in cui Ste Po insegna i rudimenti e le tecniche realizzative della ArchiMinimal Urban Street Photography e l’amico Luciano la Street Photography nell’accezione più stretta del termine.

ste-po-16
ArchiMinimal Urban Street – Foto di Set Po

Il progetto fotografico a cui da tempo lavorano sta prendendo quota ed ha riscontrato già un certo successo, amplificato da una recente mostra a cui gli inossidabili amici hanno dato vita. La mostra “Così vicini, così lontani – storie cittadine agli estremi di uno zoom” è stata così recensita da Elena Pascolini, attenta osservatrice del tessuto urbano della città:

Per strada la vita scorre come sul greto di un fiume e crea possibilità di eventi, ogni passante è un mistero di cui non conosciamo la provenienza e non sappiamo la destinazione, possiamo però immaginarla, seguirne le tracce, come se qualsiasi persona fosse la protagonista di un dramma o una commedia la cui trama nasce dal momento in cui l’abbiamo incrociata, salutata, ignorata e sfiorata. Il finale resta sospeso dietro l’angolo che non abbiamo ancora girato.

Luciano Zamporlini e Stefano Polenta sono due fotografi che hanno scelto di raccontare la strada ma che, se dovessero trovarsi nello stesso punto, della stessa via, nello stesso momento, vedrebbero e rileverebbero due cose completamente diverse.

Stefano Polenta è un narratore introverso, invisibile, silenzioso ed ermetico, nella lontananza crea lo spazio nel quale i suoi personaggi si perdono in labirinti di cemento, vicoli angusti, paesaggi industriali e vuoti urbani, figure spesso indecifrabili che nell’apertura delle loro traiettorie ci chiedono di essere seguite e indagate, ma a debita distanza, per non rischiare di scoprire che stiamo pedinando noi stessi …

Luciano Zamporlini è un fine … e profondo esploratore dell’animo umano, con un’intensità alle volte drammatica, alle volte serenamente ieratica, riesce a illuminare i soggetti con una luce in grado di svelarne il lato più intimo e autentico, è nella vicinanza col soggetto che questo autore compie il suo articolato viaggio svelando, in ogni situazione, la parte più profonda dell’incontro e rendendo il volto di uno sconosciuto un’esperienza assolutamente famigliare e intima.

Questa mostra è un viaggio attraverso due strade che si sono magnificamente incrociate e per quanto proveremo a scegliere quale delle due sia per noi la migliore alla fine decideremo di percorrerle entrambe, perché fondamentali per arrivare a capire che ci allontaniamo per comprendere dove si sta andando e ci avviciniamo per chiedere il motivo che spinge ad andare.”    

La passione, la dedizione e la continua ricerca sono gli ingredienti di questo connubio che cosi tanto successo sta ottenendo. Noi ci auguriamo che le “strade” di questi due amici, fotografi anconetani continuino ad incrociarsi, per poter apprezzare immagini che raccontano, da punti di vista differenti, affascinanti storie urbane. Statene certi, sentiremo ancora parlare di questi due “ragazzi” anconetani!

Fotogallery di Ste Po

Fotogallery di Luxi Zamp


Immagine di testata ©Giorgia Pepi Papa 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...